Il ruolo strategico del Canale di Suez e le prospettive della portualità mediterranea.

“Dalle conseguenze provocate dai recenti accadimenti alle nuove potenzialità per il futuro, una fotografia sul traffico marittimo globale.

Il canale di Suez rappresenta, per la sua posizione strategica, una delle principali rotte per il commercio mondiale: per le sue acque, infatti, transitano il 30% delle navi portacontainer, pari al 10% del commercio mondiale, con 20.000 navi in transito ogni anno. 

La vulnerabilità di questo nodo strategico è emersa con l’incidente che ha coinvolto la Ever Given, portacontainer che, lo scorso marzo, arenandosi, ha ostruito interamente il passaggio a centinaia di navi divenendo causa di congestioni e ritardi lungo la catena di approvvigionamento.

A mettere ulteriormente a dura prova il traffico marittimo le recenti implicazioni della guerra in Ucraina; la scarsità di materiale comporta per effetto speculativo, un rincaro del costo della materie prime e conseguenti ritardi nelle consegne.

<<Siamo vicini ai nostri clienti in questo periodo di fragilità per l’economia mondiale, che si sta ancora riprendendo dagli effetti di una pandemia globale. Naturalmente monitoriamo attentamente la situazione e ci impegniamo ad offrire loro supporto per affrontare insieme queste incertezze e garantire un’elevata qualità di servizi.

I recenti accadimenti evidenziano le necessità di migliorare l’infrastruttura invisibile per chi non ci lavora e concentrare l’attenzione sulle nuove opportunità di sviluppo>> ha dichiarato Letizia Cimmino, Amministratore di Forniture Tessili Cimmino  (https://www.cimminotessile.com).

In questo quadro di riferimento, l’Italia sta scoprendo piano piano l’importanza dei suoi porti (Trieste, Genova, Genova, Gioia Tauro, Napoli e Salerno) giustificata soprattutto dalla posizione geografica del nostro paese e dal sostegno di colossi del trasporto marittimo che non si limitano solo a fornire le navi per il trasporto delle merci, ma hanno iniziato a operare a terra, aggiungendo nuovi servizi, come ad esempio la gestione dei terminal e la consegna al destinatario finale.

Inoltre, in risposta alle esigenze di un traffico in continua inarrestabile ascesa la Suez Canal Authority, ha confermato l’estensione di una seconda corsia che migliorerà la navigazione delle navi del 28%.

Le sfide per il settore evidenziano soprattutto la necessità di investire in piattaforme intermodali per migliorare i collegamenti con le zone interne e necessarie a trasformare i porti italiani in hub strategici. È in questa direzione che daremo il nostro contributo.

Se vuoi conoscere il nostro programma per la sostenibilità visita il nostro sito all’indirizzo: https://www.cimminotessile.com/programma-per-la-sostenibilita/, contattaci oppure vieni a trovarci in fiera a EXPOdetergo, Milano, ottobre ‘22

Nola, 24 giugno  2022